Skip to content

Crea il tuo curriculum vitae: scopri i segreti per battere la concorrenza

creare cv

Scrivere un cv perfetto ed efficace è il primo e fondamentale passo da fare prima di iniziare a cercare un’occupazione. È sempre una buona idea soffermarsi qualche momento in più su quello che, in realtà, rappresenta il nostro biglietto da visita, e non farsi prendere troppo dalla fretta. Un buon curriculum, compilato nei minimi particolari, e che lascia trapelare le nostre migliori qualità è, di sicuro, l’arma vincente per ottenere quel colloquio di lavoro che tanto desideriamo.

Che cosa è esattamente un curriculum?

Un curriculum vitae, o più semplicemente chiamato curriculum o cv è, sostanzialmente, il riassunto della nostra vita, accademica e professionale. Possederne uno è di sostanziale importanza quando si desidera immettersi nel mondo del lavoro, perché rappresenta una prima ed essenziale fonte informativa che ci rappresenta come candidati. È buona norma averne sempre sia uno online che uno cartaceo, per incontrare tutte le esigenze di mercato.

5 consigli per creare il perfetto resume

Le mosse per scrivere un cv vincente e di successo

Per evitare che il nostro curriculum diventi un documento dalla personalità anonima che non cattura l’attenzione di chi lo sta leggendo, è importante che questo tanto temuto pezzo di carta racchiudi degli elementi essenziali per poter sbaragliare la concorrenza. Più che essere un modello esemplare, un cv dovrebbe contenere alcuni aspetti che il selezionatore non potrà fare a meno di apprezzare. Di seguito, riportiamo 5 consigli da seguire per aumentare le possibilità di essere notati:

  1. Mostrati attivo sui social media

Indipendentemente dal tipo di lavoro che si sta cercando, essere al passo con i tempi, e con i social network, potrebbe rivelarsi di grande vantaggio. Un candidato che segnala il proprio profilo Facebook, Twitter e Linkedin, fa trasparire una parte di sé che qualsiasi datore di lavoro di sicuro apprezzerà: essere socievole e comunicativo.

A tal proposito, si suggerisce di curare i propri account con riguardo e ragionevolezza, cercando di evitare di postare commenti o foto imbarazzanti.

  1. Opta per uno stile chiaro e diretto

Un curriculum professionale non si dilunga in complicati giri di parole, al contrario, deve colpire per le sue frasi brevi e concise. Bisogna tenere a mente che un singolo annuncio di lavoro potrebbe ricevere un alto volume di richieste, dunque, l’ultima cosa che un selezionatore vorrebbe è quella di essere annoiato da papiri lunghi e complicati. Puntare sull’immediatezza, fornendo informazioni chiave sui percorsi formativi ed esperienze professionali, si rivela essere sempre la tattica vincente.

  1. Adatta il cv a ogni annuncio di lavoro

Il curriculum vitae deve essere in costante trasformazione, ricco di aggiornamenti e adattamenti che vanno a soddisfare le esigenze delle singole offerte di lavoro. La tecnica del “tailoring”, dunque, è molto importante per presentare un cv che calza alla perfezione il profilo di un’azienda. Tailoring deriva dalla parola inglese “tailor”, che significa personalizzare.

Bisogna fare in modo di adeguare le nostre esperienze e qualifiche a quelli che sono i requisiti richiesti. Ciò non sta a significare mentire, ma bensì trasferire le nostre qualità su un altro contesto, dove possono essere maggiormente apprezzate.

  1. Parla con i numeri

Molto popolare tra le aziende è l’introduzione di un metodo di valutazione basato sui numeri e sulle statistiche. Nella società moderna, un candidato viene selezionato anche tenendo conto delle cifre che supportano il suo curriculum. Questo sistema potrebbe aiutare a rendere più chiare le performance lavorative di una persona.

Se anche tu sei stato valutato in questi termini, non esitare e riportarlo nel tuo cv. Se questo non è il tuo caso, invece, basta specificarlo.

  1. Non dimenticare la lettera di presentazione

La lettera che si accompagna al cv professionale, la quale lo rafforza e completa, ha lo scopo di presentarci come i candidati ideali. Il registro che si adatta è molto più descrittivo, e il tono più personale.

In sintesi, essa spiega perché siamo gli aspiranti adatti per quel determinato impiego. È sempre una buona idea fare qualche ricerca sulla compagnia e includere nella lettera alcuni dati interessanti che la riguardano, questo avrà sicuramente un impatto positivo sul selezionatore.

Come si struttura un cv e le informazioni da inserire

possibile schema da seguire per la compilazione del CV

Lo schema di in un curriculum, come l’organizzazione e l’ordine delle informazioni da inserire in esso, sono pressoché standard. Nonostante bisogna sempre lasciare spazio all’originalità, in modo da personalizzare il nostro identikit lavorativo, ci sono una serie di dati che bisogna fornire. Di seguito, ne riportiamo i principali 8:

  • Fotografia. Un curriculum per il lavoro corredato da fotografia ha sempre maggiori possibilità di essere considerato. Cercate di scegliere un’immagine appropriata al contesto.
  • Informazioni personali. Ovviamente, non possono mancare le informazioni anagrafiche, come: nome, cognome e data di nascita, e alcuni dati personali, come: indirizzo email e numero di telefono, nell’eventualità l’azienda voglia contattarci.
  • Percorso formativo. Questa è la sezione dedicata agli studi. Qui possiamo mettere in risalto le nostre competenze e conoscenze.
  • Esperienze lavorative. A volte, capita di aver accumulato una notevole quantità di esperienze lavorative, ma quali sono davvero quelle che vale la pena menzionare? Si dovrebbero selezionare esclusivamente quelle che sono pertinenti alla posizione che desideriamo ottenere.
  • Conoscenza della lingua straniera. Anche se la conoscenza di una seconda lingua non è propriamente richiesta o specificata nell’annuncio lavorativo, essere in grado di poter comunicare con persone da tutte le parti del mondo ha sempre il suo fascino. Di conseguenza, indicate il livello di padronanza linguistica che possedete, specificando quanto siete in grado di capire, parlare e scrivere la lingua straniera.
  • Indicare le conoscenze informatiche. Al giorno d’oggi, è assolutamente necessario poter dimostrare le competenze informatiche che si possiedono. Dunque, è essenziale indicare i linguaggi di programmazione che siete in grado di usare, così come i programma grafici, e i principali pacchetti software.
  • Hobby e interessi. Riportare le attività che svolgiamo al di fuori del lavoro è molto importante per far trasparire un’immagine di noi che va oltre il livello professionale. Come decidiamo di impiegare il nostro tempo libero ci definisce come persone e potrebbe farci apparire ancora più interessanti.
  • Obiettivi per il futuro. Speriamo sempre di non incappare nella fatidica domanda “dove ti vedi tra 10 anni”, però bisogna iniziare a pensare e ad avere un’idea di ciò che vogliamo costruire per il nostro futuro. Un candidato con aspirazioni e le idee chiare su cosa vuole dal proprio avvenire sarà visto sotto una prospettiva diversa.

Il modello più adatto alle proprie esigenze

guida cv perfetto

Per essere efficace, il curriculum vitae deve seguire delle linee guida che, se non proprio obbligatorie, sono, comunque, raccomandate. Nonostante esso debba contenere delle informazioni standard, la sua stesura è molto più personale di quanto si possa pensare. Infatti, in rete sono disponibili diverse tipologie di cv, dove ognuna delle quali mette in evidenza differenti aspetti del candidato. Dunque, una volta individuata l’impronta che si vuole dare al proprio resume, in seguito bisognerà decidere quale modello utilizzare.  

Quali sono i modelli più utilizzati?

Molto popolare è il classico Europass, conosciuto anche come Curriculum formato europeo. Questo è un cv standardizzato dove bisogna immettere solo le informazioni richieste.

Tale documento viene utilizzato all’interno del territorio dell’Unione Europea, tuttavia, se non è esplicitamente richiesto dall’azienda, non si è obbligati ad usarlo. Essendo un cv molto schematico, l’Europass è consigliato ai candidati alle prime armi, visto che non  lascia molto spazio per sfoggiare nel dettaglio le esperienze lavorative dei professionisti.

Un altro tipo di cv molto adoperato è il curriculum cronologico. Semplice da utilizzare, tale documento raccoglie tutte le esperienze professionali del candidato in ordine di tempo.

Questo può essere stilato seguendo un ordine cronologico diretto, dove si elencano tutte  le informazioni dalle più vecchie alle più recenti, oppure un ordine cronologico inverso, dove si ripercorre la carriera lavorativa evidenziano prima le esperienze più recenti, e procedendo poi a ritroso.

Sempre più aziende sono pronte a considerare il curriculum per competenze. Qui vengono valorizzate le qualità personali e le capacità del candidato, più che il suo percorso di studi e le esperienze lavorative.

Comporre un tale documento è tutt’altro che semplice, infatti, bisogna essere in grado di spiegare e dimostrare con atti pratici ciò che si è in grado di fare. Inoltre, si dovrebbero citare i vantaggi che l’azienda potrebbe trarre dal prendere a bordo quel determinato aspirate.

Come essere creativi per fare colpo

Come scrivere un curriculum che non finirà nel cestino

Se pensate di possedere delle qualità particolari che volete sfoggiare in modo più originale, se la vostre competenze professionali meritano di essere valorizzata o se, più semplicemente, non volete conformarvi alla standardizzazione, allora ciò di cui avete bisogno è un curriculum creativo.

Avventurarsi nella creazione di un tale resume non è un’impresa da poco: prima di tutto si deve definire il pubblico di riferimento e, solo in seguito, si devono valutare i vari modelli disponibili, per poter scegliere quello che meglio rappresenti la nostra persona.

Alcuni esempi di cv creativo

Di seguito si possono valutare alcuni esempi di resume, ricchi di originalità e inventiva, che alcuni audaci aspiranti hanno utilizzato per candidarsi ad offerte di lavoro.

  • Grafico: chi non vorrebbe avere tra le mani un curriculum vibrante, dalla forte personalità, e arricchito da immagini e colori? Se appropriatamente studiato e accuratamente definito, il modello grafico potrebbe rivelarsi un’idea originale che colpisce il selezionatore, senza rischiare di uscire troppo dalle righe.
  • Infografico: più fatti, meno contenuti. Come abbiamo già notato precedentemente, oggigiorno, molte aziende tendono a prediligere la concretezza di dati e statistiche per la valutazione di un candidato. Il cv infografico si serve di elementi visivi come schemi e grafici per delineare il profilo di un aspirate. Questa tipologia è, sicuramente, di grande impatto visivo e veloce da consultare.
  • Guerrilla: nulla può impressionare di più di un resume completamente fuori dall’ordinario e dagli schemi. Stilare un cv seguendo la tipologia guerrilla significa possedere molta creatività e inventiva. Tra gli episodi di maggiore successo ricordiamo quello di un candidato che ha inviato il proprio curriculum in una scatola di dolci, per prendere i selezionatori letteralmente per la gola, e l’esempio di Robby Leonardo, il quale ha trasformato il proprio resume in un videogioco online.

Lavorare all’estero: l’informazione è la migliore arma per prepararsi al meglio

Come fare un curriculum vitae con Word

Poter essere in grado di trovare il lavoro dei propri sogni, magari in Italia, è un desiderio che hanno in molti. Ciononostante, tanti giovani e professionisti decidono di avventurarsi fuori i confini della nazione per fare un pò di esperienza a livello professionale.

Lavorare all’estero è un passo importante che potrebbe segnare la carriera di una persona in maniera definitiva, dunque, è sempre meglio informarsi sulle leggi e sulla cultura del paese che si vuole visitare, prima di prendere una qualsiasi decisione affrettata.

Molto importante è adattare il proprio resume agli standard vigenti all’estero: per esempio, coloro che decideranno di trasferirsi in terra anglosassone dovranno compilare un cv in inglese, chi, invece, vorrà soggiornare nel Paese dei Lumi, dovrà compilare un curriculum vitae francese. Queste e molte altre informazioni sono disponibili da ottenere navigando il nostro sito.

Se non vuoi scriverlo, raccontalo

Ebbene sì, nell’era della rivoluzione tecnologica, anche l’approccio al mondo del lavoro si sta sviluppando e sta esplorando nuovi confini. Soprattutto all’estero, molto in voga per attirare l’attenzione dei selezionatori, è la realizzazione del video curriculum, un breve filmato che i candidati creano per presentarsi, e introdurre le loro qualità personali e capacità professionali.

Potersi distinguere è un punto chiave per poter emergere dalla massa e farsi notare. In questo, non c’è limite all’immaginazione: se davvero desiderate un lavoro, i modi per poterlo ottenere sono davvero tanti.

Curriculum vitae: online o cartaceo?

È vero che viviamo nell’era digitale, ma è anche certo che il classico modo per creare un resume ancora non è uscito fuori moda. Dunque, quale tipologia di documento bisogna preferire, quello online o quello cartaceo? Entrambi. È sempre consigliabile avere a disposizione sia un profilo professionale in carta stampata che uno salvato sul web.

A tale proposito, se si decide di optare anche per la versione online, è necessario dover considerare alcuni dettagli che riguardano il settore informatico.

Particolari tecnici: alcuni tra i migliori programmi da utilizzare

consigli per un cv efficace

Il vecchio detto “anche l’occhio vuole la sua parte” è una massima che si estende a tutti i settori. Infatti, un cv oltre a contenere un interessante e, perché no, avvincente contenuto, deve essere anche esteticamente piacevole e attraente.

Su internet è possibile trovare molti programmi che possono aiutare nella compilazione di questa importante scheda personale. Tra i più popolari citiamo:

  • Europass, messo a disposizione dalla Comunità Europea. Questo è un servizio gratuito e il file viene compilato direttamente dal candidato.
  • CVwizard.it, è uno strumento che, grazie a una piccola quota di iscrizione mensile, mette a disposizione del candidato molti servizi che possono aiutarlo nella ricerca del lavoro, come: creare lettere di presentazione e accedere a offerte di lavoro.
  • About.me, innovativo e singolare. Questa piattaforma permette di realizzare una vera e propria pagina web, dove è possibile poter interagire con altri profili presenti sullo stesso sito.
  • Vizualize.me, il primo wedsite iconografico dedicato alla creazione di cv. Questo, come già visto, utilizza come chiave di lettura grafici e diagrammi.  

Di cos’altro ho bisogno per iniziare a cercare lavoro?

come scrivere un cv che catturi l'attenzione

Compilare un buon curriculum in italiano richiede tempo, pazienza e dedizione. Esso è letteralmente il nostro biglietto da visita, ci rappresenta professionalmente e, di conseguenza, deve essere curato nei minimi particolari. Tutto l’impegno che viene dedicato nella sua creazione è tempo ben investito, che verrà presto ricompensato con una brillante posizione lavorativa.

È a discrezione del candidato decidere se inserire, oppure no, le referenze, per sostenere la propria candidatura. In molti casi, queste rappresentano un fattore determinante nella fase di un processo di selezione. In ogni caso, comunque, è sempre una buona idea averle a disposizione, nel caso vengano richieste all’ultimo momento.

Possedere un resume, però, non è sufficiente per iniziare a inviare le nostre candidature. Il cv è sempre accompagnato da una lettera di presentazione, la quale spiega, in modo più personale, perché riteniamo di essere i perfetti aspiranti per quella determinata posizione. Essa, inoltre, da la possibilità di poter spiegare il perché di eventuali periodi di inattività lavorativa, e consente di poter valorizzare la propria figura.

Con cv e lettera di presentazione alla mano, si è finalmente pronti a compiere il primo grande passo che ci immergerà nel mercato del lavoro. Dopo tanto impegno, siamo finalmente pronti a inviare il nostro profilo per essere considerati. Un problema che si potrebbe incontrare, però, è che, come noi, molti altri candidati aspirano a quella determinata posizione.

Dunque, come si possono convincere i recruiters a valutare i nostri documenti? Un ruolo chiave è giocato dalla mail di candidatura, che consiste in una breve introduzione di noi stessi, in modo da persuadere il selezionatore ad aprire i nostri file.

Trucchi e suggerimenti per trovare l’impiego perfetto

scrivere un Curriculum senza esperienza lavorativa

Per molti, purtroppo, trovare un impiego non è affatto una passeggiata. Nonostante si è muniti di un buon curriculum, corredato da una convincente lettera di presentazione e di tutte le buone intenzioni, l’universo del lavoro può apparire dispersivo.

Seguendo gli appositi link che sono presenti su questo sito, potrete trarre vantaggio dai vari mezzi e risorse che sono stati messi a disposizione del lettore. I molti consigli e le pratiche indicazioni che offriamo hanno lo scopo di ispirare i candidati nella ricerca del lavoro perfetto.

Consultando la pagina come trovare lavoro, per esempio, potrete prendere in considerazione alcuni efficaci suggerimenti che potrebbero mettere in una nuova prospettiva la vostra strategia usata nello “job hunting”, letteralmente, nella caccia al lavoro.

Ad esempio, avete mai considerato la possibilità di lavorare da casa? Questa opzione potrebbe aprirvi nuove prospettive lavorative e illuminarvi su nuovi orizzonti. Inoltre, lavorare senza essere legato agli orari di un ufficio potrebbe migliorare la qualità del vostro tempo, arricchendolo con libertà e flessibilità.     

In aggiunta, navigando il nostro website potrete trovare utili siti per la ricerca del lavoro, così come le App per trovare lavoro, le più aggiornate e moderne, da poter scaricare e usare per poter controllare i vostri progressi nel mondo dell’occupazione.  

Il tanto temuto colloquio di lavoro

A volte, si è talmente preoccupati e assorbiti nella creazione del cv perfetto che rischiamo di sottovalutare l’importanza del colloquio di lavoro, la parte cruciale per essere assunti.

A dispetto di quello che si potrebbe pensare, l’incontro con il nostro potenziale principale potrebbe non rivelarsi una classica chiacchierata per conoscersi meglio ma, invece, potrebbe prendere svolte inaspettate. La chiave per non farsi trovare impreparati, come sempre, è tentare di raccogliere più informazioni possibili su come si svolge una job interview, prima di entrare nella tana del leone!

5 (100%) 5 votes