Skip to content

Lavorare all’estero: l’esperienza che cambia la vita

Lavoro estero - Offerte di lavoro in Europa e nel mondo

Per molti, andare a lavorare all’estero rappresenta una di quelle esperienze fondamentali da fare per valorizzare il proprio curriculum, potendo così distinguersi dalla massa. Per altri, invece, sta a significare l’inizio di una nuova vita, fatta di sfide e tante soddisfazioni. Sono tanti i motivi che possono spingere le persone, soprattutto i giovani, a voler tentare la fortuna al di fuori della sicurezza della propria comfort zone.

Qualunque siano le ragioni, è importante possedere una buona conoscenza del nuovo territorio che si intende esplorare, e della lingua. Il grande desiderio di cambiamenti e la speranza di potersi imbattere in entusiasmanti opportunità professionali sono le principali ragioni che pilotano la scelta di affrontare l’ignoto e tuffarsi all’avventura.

Opportunità lavorative fuori casa: i molteplici vantaggi

offerte di lavoro all'estero prima esperienza

Lasciare il proprio paese e trasferirsi in una terra straniera per andare alla ricerca di un’occupazione è, sicuramente, un atto di grande coraggio. La maggior parte delle volte, però, questa non è una scelta facile da compiere, tutt’altro. Sono molti i dubbi e le paure che inondano la nostra testa mentre siamo su quell’aereo che ci porta verso la tanto sospirata destinazione.

Con l’Italia nel cuore ci affidiamo alla sorte, con la speranza che presto ci regali un sorriso. I momenti di tristezza e scoraggiamento non mancheranno, ma i lati positivi che quest’esperienza può regalarci sono talmente tanti che presto dimenticheremo perché ci abbiamo messo così tanto a partire. Per iniziare, elenchiamo i 4 principali benefici che lavorare all’estero può regalare:

Imparare una nuova lingua

Vivere e lavorare in un paese straniero è la migliore scuola che si possa frequentare per migliorare o per imparare una nuova lingua. Nel mondo globalizzato che ci circonda, molte aziende richiedono che i propri dipendenti abbiano delle ampie conoscenze linguistiche. Questo, oltre a beneficiare la ditta, potrebbe essere determinante nel dare una spinta alla nostra carriera.

La conoscenza di una seconda lingua, poi, ci permette di esplorare orizzonti e destinazioni lontane, spalancando le porte a importanti opportunità lavorative, e a nuove amicizie. Oltre ad avere un impatto positiva sulla nostra sfera sociale, la conoscenza di una o più lingue straniere può avere degli incredibili benefici anche sul nostro umore e la nostra salute mentale. Le persone bilingue, infatti, hanno più sicurezza in loro stesse e hanno una maggiore abilità nel prendere decisioni importanti.

Possibilità di fare carriera velocemente

Generalmente, quando si decide di partire per andare a trovare lavoro fuori dall’Italia, si opta per una grande città. Il fascino cosmopolita delle caotiche capitali mondiali è difficile da resistere, anche per il fatto che qui la vita scorre con ritmi più serrati e tende a coinvolgerci in prima persona, facendoci sentire parte di un processo in costante mutamento.

Le promozioni tendono ad avvenire in base al merito e, se si è dei duri lavoratori, allora queste non tarderanno ad arrivare. Progredire professionalmente è possibile anche grazie ai corsi di aggiornamento e ai servizi di formazione che l’azienda stessa metta a disposizione dei propri dipendenti. Questo perché, di solito, si preferisce far crescere il proprio staff e premiarlo con posizioni di rilievo, piuttosto che cercare del nuovo personale al di fuori della ditta.

Spirito di adattamento e arricchimento culturale

Il vero distacco dal nucleo familiare avviene quando iniziamo a pagare il nostro affitto. Trovarsi a doversi mantenere da soli e a condividere i nostri spazi personali con degli estranei potrebbe mettere a dura prova il nostro livello di sopportazione. Con il passare del tempo, però, la condivisione e l’accettazione diventeranno dei concetti fondamentali sui quali si baserà la nostra intera esperienza all’estero.

Infatti, presto saremo orgogliosi di scoprire quanto siamo cambiati e di quanto il nostro spirito di adattamento si sia modellato per rispondere alle esigenze delle persone che ci circondano. Questo mutamento molto probabilmente avverrà come risposta a tutti gli input sociali che assorbiremo. Vivere e lavorare in una grande capitale ci offrirà molte possibilità di confronto culturale e di arricchimento umano.

Cambiamenti personali

Uno tra i benefici più significativi che andare a lavorare all’estero può garantire, è quello di migliorare a livello personale. Lo spirito di adattamento che andremo a sviluppare sarà sostenuto da una grande maturità emotiva e intellettuale, la quale andrà a raffinare il nostro senso di responsabilità. Ciò significa che, avendo più fiducia in noi stessi, saremo in grado di prendere delle decisioni importanti che riguardano il nostro futuro.

Dunque, saremo gli artefici del nostro destino, a tutti gli effetti, e questo non farà altro che alimentare la nostra autostima che, di conseguenza, genererà: energia e pensieri positivi, progetti costruttivi, scelte intelligenti e prontezza nel risolvere i problemi.

Di cosa ho bisogno per iniziare questa grande avventura?

CERCARE LAVORO ALL'ESTERO - Annunci e offerte di lavoro

Partire all’avventura è sicuramente un’esperienza emozionante e stimolante sotto tanti punti di vista, ma quando si tratta di allontanarsi da casa per cercare un’occupazione è sempre meglio essere organizzati e preparare il nostro viaggio nei minimi particolari. Studiare e fare qualche ricerca sul paese che andremo a visitare è un must, così come possedere un vocabolario di base per poter affrontare le prime interazioni a livello comunicativo.

Un altro grande aspetto che bisogna curare, preferibilmente prima di arrivare sul luogo, è la creazione dei documenti che ci serviranno per iniziare a rispondere agli annunci di lavoro. Tra i più importanti da considerare ricordiamo:

Il curriculum vitae: il nostro identikit professionale

Potrebbe sembrare scontato, ma l’importanza di avere un resume impeccabile e pronto all’uso è un’ottimo punto di partenza per ottenere un buon lavoro. Si consiglia di prepararlo con grande anticipo, quando si è ancora a casa, circondati dal comfort e dalla serenità familiare.

In questo modo si avrà la possibilità di curarlo nei dettagli e si potrà scegliere il modello che meglio si addice all’ambiente lavorativo che ci attende. Per esempio, si potrà valutare se utilizzare o meno il curriculum europeo, oppure, dipendentemente da dove si è diretti, optare per un cv inglese o francese. L’importante, in ogni caso, è essere onesti e far trasparire tutte le qualità che ci contraddistinguono e che ci fanno apparire come il candidato ideale.

Lettera di presentazione: non inviare il tuo cv da solo

Come è ben risaputo, ogni curriculum che si rispetti deve essere accompagnato da una lettera di presentazione, che lo introduce e che fa apparire il candidato una persona molto interessante. Lontano dall’essere una replica del cv, questo documento è, al contrario, un approfondimento e un’analisi delle nostre esperienze professionali.

Il suo scopo è quello di catturare l’interesse del recruiter e di spingerlo a leggere il nostro resume. Da non sottovalutare mai la sua importanza, in molti casa questa potrebbe essere il fattore principale che determina un’assunzione. È possibile consultare la pagina lettera in inglese per avere un’idea di come questa deve essere scritta.

Offerte di lavoro: dove iniziare a cercare

Offerte lavoro all'estero

Probabilmente, dopo aver deciso di compiere il grande passo, ossia quello di partire per l’avventura più bella della nostra vita, il problema più grande che resta da affrontare risulta essere quello di capire da dove dover iniziare a cercare qualche offerta di lavoro.

Gli intraprendenti aspiranti in cerca di un’occupazione, di solito, percorrono due strade differenti: c’è chi si affida a ditte italiane per iniziare il loro percorso professionale e chi, invece, si tuffa direttamente nella mischia avvalendosi dell’aiuto di specifici siti per trovare lavoro all’estero.

Aziende italiane all’estero: un trampolino di lancio

Generalmente, soprattutto se si ha solo qualche conoscenza di base della lingua che si parla sul posto, molti job seeker preferiscono iniziare la ricerca da casa, contattando principalmente aziende Italiane che operano all’estero. Questa prima opzione è tra le più gettonate perché è la soluzione più semplice e veloce quando non si hanno risorse o contatti per iniziare a districarsi in un panorama lavorativo a noi completamente sconosciuto.

È da aggiungere, poi, che collaborare con i nostri connazionali ci darebbe la possibilità di cominciare a guadagnare da subito qualche soldo permettendoci, in ogni caso, di interagire con la gente del luogo. In questo modo si avranno anche molte opportunità di praticare e migliorare la lingua. Una volta che avremo raggiunto una maggiore sicurezza in noi stessi, e una più ampia conoscenza della città, allora si potrà pensare di passare a lavorare per una ditta del posto.

Per questo tipo di ricerca si possono consultare i siti e le app più popolari sul nostro territorio, specificando, nel motore di ricerca, la disponibilità a trasferirsi.  

Lavorare con aziende locali: come trovare le migliori offerte

Per i più temerari, il modo migliore per poter assaporare appieno un’esperienza lavorativa all’estero è quello di armarsi di coraggio e iniziare a contattare immediatamente le aziendi del posto.

Dopo un primo periodo di assestamento, i benefici non tarderanno ad arrivare: la nostra conoscenza della lingua migliorerà in un batter d’occhio, capiremo da subito gli usi e i costumi del luogo e faremo tante amicizie. Quest’ultimo punto è, forse, il più significativo, perché solo dei buoni compagni di viaggio possono rendere la nostra esperienza indimenticabile.

Attualmente, il metodo principale per cercare lavoro è quello di consultare website e scaricare applicazioni che hanno a disposizione un vasto ventaglio di offerte tra le quali scegliere. Molti decidono di iniziare a utilizzare queste risorse prima di partire, per guadagnare del tempo e per avere subito un’occupazione una volta arrivati. Altri, invece, preferiscono attendere di stabilirsi prima, studiare l’area di preferenza e poi cominciare con il job hunting.

Ogni paese ha i suoi siti internet vigenti che raccolgono le offerte di lavoro, monitorano il mercato e agevolano la comunicazione tra aziende e aspiranti. Una volta scelta la nostra destinazione si dovrà fare un’accurata ricerca per individuare le migliori piattaforme online che operano nella zona che abbiamo prediletto. Da qui, il procedimento è standard: bisogna registrarsi e iniziare a mandare quanti più curriculum possibili.

Un punto di partenza potrebbe essere consultare le seguenti risorse:

  • Eures. Il portale europeo della mobilità professionale.
  • Cliclavoro. Sito curato dal Ministero del Lavoro e dalle Politiche Sociali.
  • Yourfirsteuresjob. Patrocinato dal Ministero del Lavoro, l’obiettivo di YFEJ è quello di aiutare i giovani provenienti da uno dei 28 Stati EU, più Islanda e Norvegia, a trovare un impiego in una città della comunità europea.
  • Craiglist. Un portale creato nel 1995 che ospita annunci di ogni genere.
  • CareerBuilder. Uno dei migliori job board del mondo, nonché il più largo nel Regno Unito.
  • TopLanguageJobs. Uno dei migliori portali per trovare un impiego sfruttando la conoscenza di una seconda lingua.
  • Adzuna. Piattaforma che utilizza filtri e algoritmi per associare il miglior lavoro al tuo profilo.

Come evitare la spesa dell’affitto?

Lavoro Estero Vitto Alloggio

Esistono differenti canali alternativi per lavorare e mantenersi all’estero, i quali sfidano il tradizionale metodo che prevede un salario, utilizzato, in buona parte, per pagare l’affitto. Ci sono molti servizi che permettono di svolgere una mansione e avere anche vitto e alloggio inclusi nel pacchetto, i sistemi più utilizzati sono principalmente due:

Lavorare in cambio di vitto e alloggio

Negli ultimi tempi stanno spopolando dei siti internet che connettono lavoratori volenterosi, disponibili a voler barattare qualche ora del proprio tempo mettendo a disposizione un determinato servizio, e aziende, private o pubbliche, pronte a offrire in cambio un posto dove dormire e, a volte, anche il vitto. Questo può essere vissuto come uno straordinario scambio culturale che non potrà far altro che arricchirci come essere umani.

Tra i website più visitati troviamo Workaway e HelpX, due piattaforme che permettno di viaggiare e fare esperienze in tutto il mondo quasi a costo zero. Per poter accedere ai loro servizi, e avere la possibilità di poter valutare innumerevoli occasioni lavorative che provengono da ogni angolo del globo, basta iscriversi pagando una piccola quota annuale. I tipi di lavori che si ha la possibilità di svolgere sono davvero innumerevoli, essi spaziano da tutor privati, ad aiutanti per la cucina o per la casa in generale, a mansioni più impegnative come gestione dei social e ruoli manageriali.

Un altro grande e interessante progetto che mira ad agevolare e supportare i viaggiatori di tutto il mondo è rappresentato da Wwoof, che letteralmente significa World Wide Opportunities on Organic Farms.

Questa associazione mette in contatto volontari e progetti rurali naturali, dove gli amanti della natura avranno la possibilità di lavorare in fattorie biologiche, sperimentando uno stile di vita autentico che si svolge nei campi e nei villaggi. Questa comunità globale sostenibile si basa sulla fiducia di tutti i partecipanti e toglie dall’equazione il concetto di denaro, l’impegno nei campi verrà invece ripagato da vitto e alloggio.

Se l’idea di scoprire il mondo a costo zero è un qualcosa che stuzzica la tua fantasia, allora vale la pena consultare anche altri siti web che offrono una vasta varietà di servizi che ti potrebbero interessare. Tra le molte risorse citiamo:

  • MindMyHouse. Fondata nel 2005, questa piattaforma mette in contatto proprietari di abitazioni e persone che sono disposte a prendersi cura delle loro case. Quindi, in cambio di un bel posto dove stare, gli ospiti dovranno svolgere dei piccoli lavoretti come, per esempio, curare il giardino o prendersi cura degli animali domestici.
  • HouseCarers e Housesit Match. Altri popolari servizi online, ben consolidati e affidabili, i quali offrono agli house sitters la possibilità di prendersi cura di una casa in assenza dei proprietari.  
  • TrustedHouseSitters. Gli amanti degli animali troveranno questo sito particolarmente interessante. Tramite questo servizio, i padroni di cani, gatti e altri animaletti offrono ospitalità a coloro che sono disposti a occuparsi, in loro assenza, dei loro amici a quattro zampe.
  • GlobalHelpSwap. Riconosciuto come uno dei migliori siti utilizzati da questa categoria di viaggiatori, Global Swap si distingue per la sua etica e reale passione nell’aiutare le persone.
  • GrassrootsVolunteering. Altra grande risorsa nel panorama umanitario, questo sito mette in collegamento viaggiatori e comunità locali, per svolgere progetti a breve o lungo termine.
  • Helpstay. Organizzazione gratuita che aiuta i viaggiatori e volontari a trovare una sicura abitazione dove poter offrire i loro servizi.

Lavoro con alloggio incluso

Oltre a questo alternativo e super moderno metodo che ci permette di offrire le nostre competenze professionali ovunque lo desideriamo, esistono anche canali più tradizionali e ben consolidati che consentono di trovare offerte di lavoro all’estero, le quali includono anche l’alloggio nelle loro job description.

Generalmente, la paga viene stabilita in base alla quantità di ore lavorative e al tipo di mansione che viene svolta e, molto spesso, il posto letto viene considerato come un extra.

Le professioni principali che hanno la fortuna di rientrare in questi schemi sono principalmente i lavoratori appartenenti al settore della ristorazione, come pizzaioli e cuochi, e le ragazze alla pari, baby sitter e domestiche che vengono invitate in casa di privati e che, oltre a percepire un salario, ricevono anche vitto e alloggio.

Come si può evincere, trovare delle buone offerte di lavoro all’estero, con o senza alloggio incluso, non è un’impresa impossibile. Nel caso state valutando la possibilità di trasferirvi in un paese straniero, consigliamo vivamente di documentarvi su come affrontare un colloquio di lavoro.

Un suggerimento è quello di iniziare a prepararsi a sostenere un colloquio in inglese, perché, dipendentemente da quale sarà la vostra destinazione, questa rimane sempre la lingua prediletta per comunicare a livello mondiale. Inoltre, se state iniziando a inviare curriculum dall’Italia prima di partire, buone sono le possibilità di dover fare un colloquio telefonico.

Scoprire nuovi orizzonti non è mai stato così semplice. Ora basta solo scegliere la location che si preferisce, preparare la valigia e armarsi di tanta buona volontà!

5 (100%) 1 vote